La “Taggiasca” dalla raccolta alla lavorazione

L’Oliva taggiasca ci tramanda una storia di qualità lunga ben 7 secoli e costituisce una delle risorse di maggior interesse ed impatto economico per il nostro Ponente ligure.

L’Oliva taggiasca è una cultivar di Olivo così chiamata perché arrivò a Taggia, qui portata dai monaci di San Colombano, provenienti dall’isola monastero di Lerino.

Gli innesti di oliva taggiasca furono, nei secoli, diffusi in tutta Italia, ma è nelle nostre terre che la coltivazione ebbe l sua maggiore diffusione.

Questa varietà risulta essere una delle più rinomate per produzione di olio extravergine di oliva ed una delle migliori olive da mensa, poiché il frutto è molto gustoso.

Il frutto ha altissimo contenuto in olio (25-26%), è di colore giallo (giallo-verde nel savonese), dall’odore di fruttato maturo e dal sapore anche fruttato con sensazione decisa di dolce, sfumatura di piccante e sentori di mandorla e pinolo.

L’acidità massima totale è inferiore allo 0,5%, a riprova delle alte qualità organolettiche del prodotto apprezzabili distintamente al palato per la delicatezza.

Dal gennaio 1997 è stata istituita, per questa coltura, la denominazione di origine protetta, legata a un olio extravergine di oliva detto “Riviera Ligure DOP“.

La raccolta delle Olive taggiasche inizia ogni anno nel mese di Novembre e può protrarsi sino al mese di Febbraio.

Una volta giunta a maturazione, l’oliva viene staccata dall’albero mediante aste e pertiche passate manualmente tra gli alberi.
Le olive raccolte vengono selezionate e in giornata avviate al frantoio per la spremitura a freddo.

I mezzi tradizionali di estrazione dell’Olio impiegano mole di pietra colombina o granito e l’utilizzo di presse idrostatiche, la qualità di questa sapiente lavorazione è stata ripresa utilizzano processi più moderni, come la molitura a ciclo continuo che garantisce rese elevate e mantiene inalterata la temperatura e conserva le caratteristiche organolettiche dei frutti.

La DOP Riviera Ligure è riservata all’olio extravergine di oliva rispondente alle condizioni e ai requisiti stabiliti nel disciplinare registrato con Regolamento (CE) n° 123/97.

Le menzioni geografiche aggiuntive individuano le caratteristiche delle tipologie di olio prodotto nelle varie sottozone:

  • Riviera dei Fiori
  • Riviera del Ponente Savonese
  • Riviera di Levante

In generale il nostro Olio DOP Riviera Ligure è caratterizzato da un elevato contenuto in acido oleico (>70%) e da un basso contenuto in acido linoleico. Queste sono vere e proprie virtù dell’Olio EVO che lo hanno eletto ad elisir medico dalle innumerevoli proprietà benefiche per la nostra salute.